L’opinione del maschiomone Cap. 4: Il cerotto senza colla

Piove, tanto. Quando queste due parole si accoppiano il maschio latino che è in me vuole solo due cose: tetto, termosifone.

Non sempre però è possibile, specialmente quando:  moglie, vuole, uscire.

Ve ne do subito una dimostrazione matematica:

moglie

Citando poi il grande filosofo Gevaudan (1982 – ?) di cui sono seguace fedele:

“Non esiste buono o cattivo tempo, esiste solo buono o cattivo equipaggiamento”

il mio equipaggiamento consisteva in scarpe rotte e ombrellino daiquiri.

97842800

Quindi, messi al loro posto tutti gli ingredienti necessari per il viaggio da sogno, ecco che ci apprestiamo alla partenza:

Impostiamo la destinazione del nostro viaggio: Mostra Internazionale dell’Artigianato di Firenze (SPOILERISSIMO per il prossimo articolo della mia consorte), una volta giunti adagiamo la macchina in un comodo parcheggio sotterraneo

200

munito questa volta di pagamento via telepass, che, visti i precedenti, servirà probabilmente solo a nascondere il fatto che il parcheggio costi mille euro al secondo, ma tranquilli, lo scopriremo solo a fine mese.

Dopo un’agile traversata

200 (1)

arriviamo al padiglione delle Nazioni, specializzato in salute e benessere, e mia moglie semplicemente scompare.

Perchè? Presto detto: siamo arrivati nel primo giorno di fiera circa 10 minuti dopo l’orario d’apertura, piove  e siamo praticamente soli all’interno del padiglione, questo vuol dire che ogni azienda espositrice ci vede come portafogli che camminano, e desidera le nostre anime.

Osservo impotente mia moglie mentre viene trascinata via da un’africana extra large che le fa provare ottomila varianti di burro di karitè, mentre io mi salvo solo a causa del mio sesso maschile, commercialmente poco interessante.

Mi metto a vagare senza meta come sono solito fare quando sono in modalità accompagnatore, pensando ai fatti miei, ma noto subito che la cosa è un pò complessa:

-Vuole un massaggio signore?-

Io -No.-

-Vuole provare la caramella balsamica eucaliptinuclearibus?-

Io -No.-

-La posso interamente cospargere di crema idratante?-

Io -No.-

-Un assaggio di elisir dermatoxoplasmon? Se sopravvive c’è una confezione omaggio!-

Io -NO!-

Trovo momentaneo rifugio nello stand dei plantari da uomo, dove un barbuto calzolaio mi riserva solo un’occhiata infastidita (Io voglio stare solo dove nessuno mi vuole, è più forte di me, solo così si ha la garanzia che nessuno verrà a rompere le balle).

D’ un tratto, l’evento…

Lei -Vuoiprovareilcerottosenzacolla?-

A parlarmi è una ragazza molto giovane (di seguito “Lei”), si capisce subito che è al primo tentativo del suo primo impiego, ma io ovviamente non lo capisco perchè ho la sensibilità di un avvitatore

Io -No mi fai paura-

La tristezza scende su di Lei, in una frazione di secondo mi rendo conto che è un essere umano e cerco di recuperare:

Io -…però puoi farlo provare a lei!-

Prendo di peso mia moglie che stava transitando da uno stand all’altro alla velocità di un’ape impollinatrice cocainomane, Roberta mi guarda con sguardo interrogativo mentre la giovane commerciale infoiatissima le annoda intorno all’indice QUINDICI METRI DI CEROTTOSENZACOLLA:

Lei -vedete èuncerottosenzacollachenonattaccadirettamentesullapelle epermettelatraspirazionecosìdanonseccarel’epidermidecheègiàtropposeccadisuoeallorailcerottosenzacolladisponibileinrossoverdegiallobacchedilillàchevabenepertuttelestagioni e (incomprensibile)

Ad un tratto mentre stava applicando una forza sovrumana per riuscire a staccarne un pezzo, l’intero rotolo di cerottosenzacolla le parte di mano e Lei gli si getta dietro rincorrendolo per il padiglione e finendo a PANCIA A TERRA per recuperarlo.

Noi impassibili, ma intimoriti.

Lei torna e col fiatone

Lei -Allora? Volete sapere il prezzo?-

Noi -Si…?-

Lei -7 Euro l’uno!

Io -Emmapporc…-

Lei -Ma c’è l’offerta speciale 15 metri a 10 euro!-

Noi -Ah…-

Non ci crederete, ma… l’ho comprato, non so ancora se per merito della commerciale più geniale del mondo o perchè volevo aiutare l’autostima del prossimo, ma l’ho comprato.

E ora che me ne faccio di 15 metri di cerottosenzacolla?

2/5 Clave

2clava

Dopo questo acquisto ho bisogno di ritrovare me stesso.

Mr Darcy

10 pensieri su “L’opinione del maschiomone Cap. 4: Il cerotto senza colla”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...