Dar pareri volentieri: Burro Corpo al Mandarino e Burro di Karitè – Organic Shop

Sei riuscito a soddisfare
le mie mille speranze
o mi tocca elencare
le tue grandi mancanze?

Ehm… torniamo seri!

Dopo aver parlato bene dei Gel Doccia di Organic Shop, oggi – con mio sommo rammarico – mi trovo costretta a dover narrare la mia esperienza, tutt’altro che positiva, con il Burro Corpo al Mandarino di Siviglia e Burro di Karitè, acquistato qualche mese fa sul sito “Emporio Natura” (clicca qui per dare una sbirciata allo spacchettamento dell’ordine).
Si tratta di un prodotto che fa parte – per l’appunto – della linea Organic Shop, un brand di cosmetici naturali e low cost, certificati BDIH e COSMOS NATURAL e realizzati dalla Eurobio Lab, stessa azienda estone produttrice della, ormai famosa, Natura Siberica.

Bene, fatte le dovute presentazioni, non mi resta che affrontare questa recensione cosmetica. Siete cariche? Or bene, cominciamo!

CARATTERISTICHE PRODOTTO 
PREZZO pagato 5,90 € (ora, sul sito Emporio Natura, potete trovarlo a 6,49 €)
QUANTITÀ 250 ml
PAO 12 M
REPERIBILITÀ in alcune bioprofumerie e in diversi e-commerce (Emporio Natura, Magie di Sapone, La Rosa Canina, La Cosmetica Bio, ecc… )
INFORMAZIONI presenti sulla CONFEZIONE

Questo morbido burro corpo idrata la pelle istantaneamente con le vitamine naturali dell’Estratto biologico di Mandarino, mentre il Burro di Karitè, nutre e tonifica la pelle.

INCI
  • Aqua (solvente verdeverde),
  • Stearic Acid (emulsionante/stabilizzante emulsioni verde),
  • Coco-Caprylate/Caprate (emolliente verdeverde),
  • Glycerin (denaturante/umettante/solvente verdeverde),
  • Cetyl Palmitate (emolliente verdeverde),
  • Butyrospermum parkii Butter (condizionante cutaneo/additivo reologico verdeverde),
  • Citrus nobilis Fruit Extract* (condizionante cutaneo/vegetale verdeverde),
  • Sodium Benzoate (preservante verde),
  • Xanthan Gum (legante/stabilizzante emulsioni/viscosizzante verdeverde),
  • Tocopherol (antiossidante verdeverde),
  • Benzyl Alcohol (conservante/solvente/allergene del profumo giallo),
  • Glyceryl Undecylenate (emolliente/emulsionante/condizionante cutaneo),
  • Potassium Hydroxide (agente tampone verde),
  • Citric Acid (agente tampone/sequestrante verdeverde),
  • Parfum,
  • Limonene (allergene del profumo giallo),
  • Citral (allergene del profumo giallo),
  • Linalool (allergene del profumo giallo),
  • CI 77492 (colorante cosmetico verdeverde),
  • CI 77491 (colorante cosmetico verdeverde).

*da agricoltura biologica

Piccola ANALISI dell’INCI

Che cosa troviamo d’interessante? Allora, in questa formulazione abbiamo un alto contenuto di Glicerina (Glycerin) che, oltre a dare consistenza al prodotto, diviene utile per le proprietà idratanti ed umettanti, ed una discreta quantità di Burro di Karitè (Butyrospermum parkii Butter), un ingrediente prezioso nella prevenzione di smagliature e rughe ed un rimedio efficace per trattare dermatiti, eritemi, irritazioni, screpolature ed eczemi grazie alle note proprietà elasticizzanti, antiossidanti, emollienti, lenitive, idratanti, cicatrizzanti e protettive. A seguire troviamo l’Estratto di Mandarino (Citrus nobilis Fruit Extract), ideale per trattare una pelle problematica grazie alle qualità vitaminizzanti, astringenti e tonificanti, e l’immancabile Vitamina E (Tocopherol) universalmente conosciuta per l’ormai nota attività antiossidante. E, per finire, non mancano emulsionanti, co-emulsionanti e fattori di consistenza che, in teoria, dovrebbe servire a stabilizzare e rendere omogenea un’emulsione. In questo caso, secondo il mio modesto parere, hanno fatto un lavoro pietoso dato che l’omogeneità di questo prodotto si limita alla vista dello stesso all’interno della confezione perché, al momento dell’applicazione, non fa altro che separarsi nelle due fasi costituenti, acquosa e lipidica – cosa che in un’emulsione stabile non dovrebbero succedere.

ESPERIENZA

Avevo grandi, grandissime aspettative, ma sono finite, dritte dritte, a quel paese sin dalla primissima applicazione e, lasciatemelo dire, questa cosa è veramente triste. Comunque, il prodotto in questione è conservato in un semplice contenitore di plastica trasparente con tappo in plastica nera. Il packaging è abbastanza basic e ricorda molto quei contenitori della ricotta che si trovano al supermercato.
Ad una prima occhiata potrebbe sembrare un burro, ma nel momento in cui andate a prelevarlo ecco che si trasforma in una sorta di crema che ricorda vagamente, e ripeto, vagamente una mousse. Il profumo, tutto sommato, è gradevole: una delicata fragranza agrumata che richiama – ovviamente – il mandarino.

Da dove iniziare? Beh, partiamo dal fatto che questo prodotto si professa un burro corpo e, sebbene dalla confezione possa sembrare tale, non è assolutamente così. In realtà, è una sorta di crema dall’aspetto vagamente spumoso ed inconsistente. È sfasato, cioè la fase acquosa è completamente separata da quella oleoso-burrosa (quella lipidica) per cui, quando andate ad applicarlo, all’inizio vi sembrerà di spalmarvi dell’acqua sulla cute, ma massaggiando, massaggiando, massaggiando, massaggiando e provate ad indovinare? Si, massaggiando, arriverete al punto in cui la pelle avrà assorbito completamente la componente acquosa lasciando uno  strato oleoso-burroso che, per quanto voi andiate a massaggiare, creerà una sorta di barriera inamovibile che rimarrà in superficie fino al giorno successivo all’applicazione.
La sensazione che mi lascia è molto simile a quella che ho avvertito quando ho deciso di testare il campione da 10 ml della Crema Idratante Corpo dell’Aveeno, un prodotto tutt’altro che eco-bio. Ora, in questo caso l’effetto è più contenuto e dipende molto anche dalla quantità di prodotto che si va ad applicare, ma è come se si venisse a creare una sorta di film occlusivo che contrasta il fenomeno fisiologico della TEWL (Trans Epidermal Water Loss), ossia la perdita d’acqua per evaporazione a livello dello strato corneo, lo strato più esterno dell’epidermide. Ci si sveglia al mattino con la pelle sicuramente più morbida, ma al contempo umida ed appiccicosa. Alla fine dei conti, un minimo di idratazione si avverte, ma è di tipo indiretto, ossia – come ho detto poc’anzi – gli ingredienti contenuti in questo pseudo-burro, pur andando ad integrare di un poco il film idrolipidico, idratano ed ammorbidiscono la pelle creando una specie di velo occlusivo che riduce al minimo la perdita di acqua dallo strato corneo.

È un prodotto che posso utilizzare solo di sera perché, per quanto io possa massaggiare e massaggiare, sulla cute resterà sempre quello straterello appiccicaticcio che incollerà inevitabilmente il pigiama alla pelle. Da amante degli oli e dei burri, in generale tollero con discreto successo sensazioni similari, ma questo prodotto mi fa sbarellare – per non dire altro. Cavolo, quando sulla confezione leggo “Body Butter”, mi preparo psicologicamente ad “affrontare” quella consistenza e quella sensazione che dovrebbe darmi un normalissimo burro corpo e invece mi ritrovo, prima, a dover prelevare della crema “sfasata” e senza consistenza compiendo massaggi perpetui solo per far assorbire la fase acquosa e, poi, dover massaggiare nuovamente per cercare di ridurre all’osso la componente grassa sperando, ogni volta, di aver beccato la giusta quantità limitando – in questo modo – la sensazione di appiccicaticcio. Vi dirò, inizialmente pensavo fosse un problema legato alla formulazione sfigata di questa confezione per cui stavo per mettermi l’animo in pace quando, ficcanasando sul web, ho scoperto un video recensione in cui questa youtuber evidenziava delle problematiche similari relative allo stesso prodotto.

Poi, vogliamo parlare del profumo? Sinceramente, da grande appassionata dei profumi agrumati, mi sarei aspettata qualcosa di più intenso – parliamoci chiaro – non è malvagio, è gradevole, ma troppo delicato per i miei gusti e, purtroppo, sulla mia pelle si trasforma in un qualcosa di nauseante, vagamente paragonabile all’odore del rigurgito di un neonato… no, no e poi NO!

Ebbene, non mi piace per niente e spero, con tutto il cuore, di riuscire a terminarlo entro la fine di Marzo perché non ne posso più.
Siccome non amo buttar via i prodotti, cerco sempre un modo alternativo per poterli finire senza dover passare le pene dell’inferno. In questo caso, per accelerarne la morte, ne ho impiegato poco meno della metà per realizzare uno scrub corpo con sale, zucchero e caffè, aggiungendo qualche goccina di Olio essenziale di Arancio Dolce per migliorarne il profumo ed una spruzzata di Olio Corpo per renderlo più gradevole. Il resto vado ad applicarlo – quando sono dell’umore giusto – sulle gambe  e sui piedi cercando di tamponare l’eccesso con un pizzico di talco al Mentolo.

In conclusione, mi sento di sconsigliarne vivamente l’acquisto e – nel malaugurato caso in cui aveste comprato questo prodotto o un altro simile dell’Organic Shop – mi piacerebbe conoscere la vostra opinione.

Caro Burro Corpo, non è la tua giornata…

1/5 GUFI

1 Gufi: consistenza inadeguata, buon inci, profumazione delicata, ma si trasforma in qualcosa di nauseante a contatto con la mia pelle. Idratazione non completamente assente, ma – nel momento dell’applicazione – bisogna fare i conti con un’emulsione sfasata e la sensazione di appiccicaticcio prolungata.

Al prossimo post e non mettetevi pressione!

Annunci

7 pensieri su “Dar pareri volentieri: Burro Corpo al Mandarino e Burro di Karitè – Organic Shop”

  1. Oh my good…. pensa che ad un cosmoprof comprai due burro corpo che non ho mai aperto x il terrore di dovermi sentire la pelle appiccicosa…. cosa che odio già con le creme figuriamoci con un burro la cui componente grassa sarà decisamente superiore ad una crema…. mi ha schifito proprio sto prodotto. A me x le profumazioni è successo il contrario… che da indecifrabili in un primo momento sono diventate strabilianti…. ma non da gradevole e riprovevole… che strana cosa…. cmq contenta di averlo letto da te…. anche io odio buttare via i prodotti ma ne ho uno che nemmeno in versione detergente x pennelli è accettabili tanto che i pennelli stessi al vederlo… simulano l’urlo di Munch e capirai.. se solo avessero anche i piedini.. scapperebbero da casa…… e dunque x la loro felicità lo uso poco e cmq non finisce maiiiiiii.. che disperazione ^.*

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...